Iris Isontina - sede di Gorizia
Iris Isontina Reti Integrate e Servizi Spa è nata nel maggio 2003 dalla fusione delle tre società della provincia di Gorizia operanti nel comparto dei servizi pubblici:
  • A.M.G. Spa di Gorizia
  • A.M.I. Spa di Gradisca d’Isonzo
  • En.A.M. Spa di Ronchi dei Legionari

In sintonia con la tendenza alla progressiva liberalizzazione del settore dei servizi pubblici, prospettiva che stava favorendo aggregazioni ed incorporazioni, con la fusione in un soggetto provinciale unico si erano voluti perseguire quattro importanti e distinti obiettivi strategici:

  • Acquisire dimensioni industriali compatibili tecnicamente e finanziariamente con le esigenze di innovazione e di investimento richiesti dal settore;
  • unificare prassi, procedure, impianti a giustificare le scelte tecnologiche e comportamentali da attivare coinvolgendo le popolazioni
  • riorganizzare la struttura per migliorare l’efficienza del sistema ed il livello di qualità dei servizi offerti. Proporsi sul libero mercato;
  • razionalizzare i costi di struttura e rilanciare gli investimenti in tecnologia e formazione del personale;
  • creare economie di scala per il contenimento del costo dei i servizi.
Con stretto riferimento alle problematiche ed ai costi di approvvigionamento delle risorse energetiche, sfavorite comunque da volumi d’acquisto decisamente ancora troppo modesti, è emersa con evidenza la necessità alternativa di procedere o ad ulteriori aggregazioni oppure, sfruttando l’ultimo momento ancora favorevole, andare alla cessione dei rami dell’energia incassandone il relativo valore di mercato.

Nell’ottobre del 2009, l’Assemblea dei Soci dava mandato agli Amministratori di iniziare il percorso per cessione dei rami dell’energia della Società e, nel corso del 2011, lo stesso è stato portato a termine con esito decisamente soddisfacente sia per la soluzione industriale individuata, atta a garantire il livello dei servizi al territorio e l’occupazione del personale coinvolto, che per il risultato economico raggiunto.

Dal momento della cessione, accompagnata dal conferimento in una nuova società, Ambiente Newco srl, delle attività e passività del residuo settore dell’Igiene Ambientale, IRIS ha assunto una veste di holding senza attività operative dirette, senza personale dipendente, con impegno limitato alla sola gestione/alienazione delle partecipazioni non strategiche, al completamento del percorso organizzativo per Ambiente Newco, oggi Isontina Ambiente, ed alla gestione di attività residuali (legali e giudiziarie, fiscali).

Dal primo gennaio 2011 IRIS ha cessato come detto di avere un suo organico dipendente, mantenendo una struttura societaria residua costituita dal solo Consiglio di Amministrazione, ridotto a 4 membri, ed in data odierna a 3, il Collegio Sindacale e, per le esigenze residuali collegate con il completamento del progetto di preparazione alla liquidazione, gestione e sistemazione delle partecipazioni i necessari consulenti.